Politecnico di studi aziendali Issea contro il sito diffamatorio https://evidence-based.review/

 

Politecnico di Studi Aziendali Issea

Politecnico degli studi ISSEA e avv. Massimo Silvestri diffamati da questo sitoReplica all’articolo gravemente diffamatorio e lesivo per l’immagine e la serietà del Politecnico degli studi, messo in rete sul motore di ricerca Google dal sito anonimo https://evidence-based.review/ specializzato in “fake news” (le cosi dette bufale di rete), che si finge svizzero, in realtà ospitato da un server schermo in California, registrato da una società fiduciaria di Panama che dissimula il vero proprietario, il cui autore ovviamente è anonimo. 

 

 

In rete sono presenti numerose segnalazioni sulla presunta attività criminale  del sito presto.news  che da qualche giorno è diventato EVIDENCE BASED REVIEW sempre registrato da una società schermo di Panama e con il server proxy Cloudfarenet.

https://evidence-based.review

Lasciamo ai lettori ogni considerazione dopo che si saranno fatti due risate.

Rispondiamo alle falsità e diffamazioni contenute nell’articolo scritto da personaggi anonimi quindi senza alcuna credibilita’ per mancanza di responsabilita’ di quanto scrivono: “Il Politecnico di studi aziendali ISSEA e le finte università telematiche svizzere private per comprare la laurea a distanza”

L’avvocato Massimo Silvestri è l’amministratore dell’ISSEA s.a. dal 23.12.2005, è stato regolarmente iscritto all’Ordine degli Avvocati di Milano dal 09.1987 al 01.1997 data in cui  ha deciso di trasferirsi in Svizzera e come previsto dalla legge si è cancellato dall’Albo.

Secondo la legge professionale l’avvocato che è stato iscritto all’Albo mantiene il diritto al titolo professionale.

Documenti di prova: 01 Certificato dell’Ordine degli Avvocati di Milano, 01bis LEGGE 31 DICEMBRE 2012, N. 247 NUOVA DISCIPLINA DELL’ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE FORENSE.

 

La nostra università è stata fondata nell’aprile del 1987 ben prima quindi del trasferimento in Svizzera dell’Avv. Massimo Silvestri e fino ad oggi non ha mai subito alcuna condanna penale.

Opera legalmente ai sensi degli articoli 20 e 27 della Costituzione Federale Svizzera che garantiscono la libertà dell’attività universitaria.

documenti di prova: 02 Certificato registro di commercio, 03 Costituzione federale svizzera.

 

L’ Avv. Massimo Silvestri   non ha mai esercitato la professione di avvocato in Svizzera e   precedenti false accuse dello stesso tenore sono state archiviate perché totalmente infondate.

Documenti di prova: 04 Decreto di non luogo a procedere del Ministero Pubblico di Lugano.

 

Il MIUR con Prot. n. 1115 del 16 giugno 1993  diffuse una   circolare in tema di riconoscimento dei titoli di studio .

Essa rilevava che “numerose istituzioni private aventi sede in Italia e all’estero operano nel settore dell’istruzione superiore rilasciando titoli   che non possono essere riconosciuti in Italia” ai sensi   degli articoli 170 e 332 del R.D. 31 agosto 1933,n.1592.

La circolare del MIUR del 1993 quindi non dichiarava illegali i nostri titoli ma  riteneva che essi non avrebbero potuto essere riconosciuti in Italia secondo la legislazione allora vigente.

Cio’ avveniva diversi anni prima che fosse sottoscritta la Convenzione di Lisbona del Consiglio d’Europa nel 1997 che fu’ successivamente ratificata in Italia con la legge 148/2002 ,che ha posto le basi per il riconoscimento dei titoli universitari esteri in Italia e che ha esplicitamente abrogato gli articoli 170 e 332 del regio decreto del 1933.

Documenti di prova: 05 Convenzione di Lisbona del 1997 e 05 bis Legge 148/2002

 

I nostri titoli sono oggi riconoscibili in Italia ai sensi della legge 148/2002 e lo sono già stati in diversi casi sia per il proseguimento degli studi che per finalità diverse.

La nostra università non è mai stata condannata , il Cantone Ticino non ha affatto dichiarato illegale la nostra attività  che infatti continua regolarmente con una succursale registrata al registro di commercio di Lugano.

Documenti di prova: 06 Registro di commercio Ticino succursale Agno

 

In Svizzera non esiste il “ valore legale del titolo” e la nostra università conferisce titoli accademici in conformità alla Costituzione federale svizzera e alla legge sull’educazione del Cantone Zugo.

La sede legale è situata nel cantone di Zugo, ad Agno vicino a Lugano vi è la succursale  regolarmente registrata al Registro di Commercio  in via Lugano 13  che non è  mai stata dichiarata illegale e che continua normalmente la sua  attività istituzionale di formazione continua.

Documenti di prova: 02 Registro di commercio Zugo sede di Zugo e 06 Registro di commercio Ticino succursale Agno

 

La nostra università ha uffici sia a Zugo che ad Agno, essendo una università online non ha alcuna necessità di aule visto che le lezioni e tutti i contenuti didattici sono disponibili on line sulla piattaforma di e-learning.

L’  Avv. Massimo Silvestri non firma alcun diploma che viene firmato dal Rettore, autenticato dal notaio e poi  unito della cosiddetta “ Apostille” ai fini di garantirne la autenticità.

Documenti di prova: 07 Facsimile di un diploma

 

L’accreditamento in Svizzera è una certificazione di qualità facoltativa che ai sensi degli articoli 75 e 76 della Legge federale LPSU dovrà essere acquisita entro il 31 dicembre 2022 allo scopo di  usare legittimamente la denominazione “università”.

Il TAF Tribunale Amministrativo Federale di San Gallo nella sentenza del   13 agosto 2013 ha stabilito che la nostra università puo’ condurre la propria attività anche senza accreditamento e che deve essere considerata riconosciuta nell’ordinamento giuridico svizzero. L’esclusione dal programma Erasmus è data sulla base del fatto che solo le università pubbliche o quelle private accreditate hanno diritto a ricevere sussidi pubblici come appunto è il caso per il programma Erasmus.

Documenti di prova ; 08 considerandi sentenza TAF, 08bis Legge federale LPSU

 

Nel 2012 il Politecnico come membro del Consorzio Emuni University università internazionale accreditata in Slovenia, ha partecipato insieme a numerosi altre università associate al consorzio, al bando internazionale per l’organizzazione di alcuni corsi di master che sono stati approvati da Emuni e che sono stati finanziati attraverso un accordo stipulato fra Emuni e INPS/ INPDAP per la concessione di numerose borse di studio  ai figli dei propri dipendenti.

Ovviamente tutto si è svolto secondo la legge italiana e slovena e INPS/INPDAP ha erogato le borse direttamente al Consorzio Emuni. Definire queste procedure una truffa è un fatto grave che è stato portato all’attenzione degli organi competenti sia dell’INPS che di Emuni University per le azioni penali   di loro competenza  in Italia e Slovenia.

Documenti di prova ; 08bis verbale di accreditamento e approvazione di EMUNI

Documenti di prova ; 08ter estratto del verbale di accreditamento e approvazione del Senato Accademico di EMUNI

 

Univolta è un marchio di Issea e non è una finta università.

Unisanraffaele non ha niente a che vedere con Issea come si evince da una semplice lettura del Registro di Commercio di Zugo

Documenti di prova:  09 Registro di commercio Zugo di Unisanraffaele

 

Polo Tecnico non è  un semplice cambio di vocale per aggirare la legge cantonale ticinese ma un sostantivo composto con il significato  (luogo fisico) diverso rispetto a Politecnico  ( istituto) il cui uso è conforme alla legge cantonale.

Unipsa è il nome a dominio del sito istituzionale ( www.unipsa.ch) e come  acronimo è stato espressamente autorizzato con decreto del Presidente del Tribunale Federale di Losanna del 25 maggio 2014.

I.S.S.E.A. scuola universitaria  privata a distanza è la ditta regolarmente iscritta al registro di commercio e come acronimo anch’esso è stato espressamente autorizzato dal Tribunale Federale con lo stesso decreto.

CISMAD è un marchio di una società di Catania denominata “Link Services srl” (partita IVA 04645310873) che non ha alcun legame con noi

Documento di prova: 10 Decreto tribunale federale e 11 Visura camerale “Link Services srl CISMAD”

LA DICHIARAZIONE DI VALORE NON E’ NECESSARIA PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI EUROPEI E SVIZZERI
Nel 2007, il Consiglio di Stato ha stabilito […] per quel che riguarda i titoli di studio conseguiti nell’ambito dell’U.E., che alla dichiarazione di valore non può essere riconosciuto un ruolo decisivo e discriminante. Infatti, la P.A. ha l’obbligo di motivare le sue decisioni con riguardo ai contenuti formativi del diploma, non semplicemente in relazione ad aspetti estrinseci rispetto alle competenze ed alle abilità professionali attestate dal titolo, quale formalmente è la dichiarazione di valore, ma sulla base di una valutazione sostanziale, mediante l’impiego (da valutarsi caso per caso da parte del responsabile del procedimento) di tutti gli strumenti istruttori normalmente disponibili (inclusa la corrispondenza diretta e/o diplomatica, considerata tuttavia nel suo aspetto ordinario di fonte di informazioni non aventi carattere esclusivo o infungibile). La richiesta della dichiarazione di valore, insomma, corrisponde ad una mera prassi, che non esclude il potere-dovere dell’Amministrazione di compiere le proprie autonome valutazioni anche qualora la rappresentanza diplomatica interessata non abbia fornito il riscontro richiesto o l’abbia fornito in termini generici od insufficienti.
Di seguito circolare del MIUR e dichiarazione ufficiale del Console generale d’Italia a Lugano

Documenti di prova: 13 Circolare del MIUR sulla dichiarazione di valore

Documenti di prova: 14  Dichiarazione del console italiano a Lugano

 

 

Azioni cautelari intraprese:

Abbiamo formalmente richiesto a Google Inc. di cancellare dal suo motore di ricerca la pagina diffamatoria in questione con le parole di ricerca Massimo Silvestri ,Unipsa e Politecnico di Studi Aziendali.

Google Inc. lo ha cancellato con riferimento esclusivamente alle parole di ricerca Massimo Silvestri, percio’ abbiamo deciso di pubblicare la presente smentita che sarà indicizzata su Google.

Inoltre a tutela della nostra  immagine abbiamo presentato formale denuncia penale  contro ignoti alla Polizia italiana per i reati di diffamazione, ingiuria e uso fraudolento di  dati personali .

Documento di prova: 12 copia della denuncia penale alla polizia e  12bis copia della denuncia di integrazione alla polizia

 

Data 11.07.2017

L’Amministratore unico

Avv. Massimo Silvestri

01 Ordine avvocati Milano

01 bis legge_professionale avvocati 2012

02 Certificato registro di commercio zugo

03 Costituzione federale Svizzera

04 Decreto di non luogo a procedere

05 Convenzione di Lisbona

05 bis Legge 148 2002

07-Facsimile-diploma

08 Considerandi TAF

08 bis Accreditamento Emuni 

08 ter Emuni verbale Senato Accademico

08bis LPSU testo approvato

09 Registro commercio Zugo di Unisanraffaele

10 Decreto TF 22 05 2014

11 Visura CISMAD

12 Denuncia penale alla polizia italiana

12bis Integrazione denuncia penale alla polizia italiana

13 Circolare del MIUR sulla dichiarazione di valore

14 Dichiarazione del console italiano a Lugano